Ode all’e-book reader

Ho una confessione da fare, anzi due.

La prima è che la professione di Signore del Male non sarebbe la mia prima scelta a livello lavorativo. Lo so, è un peccato buttare via tanti anni di studio, ma non avete di che preoccuparvi: non potrei dedicarmi alla carriera dei miei sogni nemmeno se volessi, essendo nato con circa cinque o sei secoli di ritardo. Ebbene sì, il mio mestiere ideale sarebbe stato quello di poeta di corte. Oggi purtroppo non c’è molta richiesta, so benissimo che mi ritroverei disoccupato in un batter d’occhio. Ma ancora non mi do per vinto: dalla baracca di Sudare Inchiostro partirà una crociata per restituire dignità a questa figura professionale, svilita da quasi un secolo di deliberato accantonamento della tecnica1 e dalla conseguente estensione del titolo di poeta a chiunque sappia dove si trova il tasto per andare a capo.

Ma riservo le critiche per il futuro, questo è un post di festa. Celebriamo la nuova vena poetica del blog con un componimento d’occasione dedicato a due temi molto cari alla baracca, ossia la validità dell’e-book reader e la polemica cartaceo vs elettronico.

La seconda confessione? Non c’è nessuna ode, quello che vedete qui sotto è un sonetto. Ma il titolo del post è molto più bello così.

 

Diletto e scienza il prodigioso attrezzo

a menti e cuori validi procura

ché l’occhio non offende, e a tal lettura

in meno d’un istante il rende avvezzo.

 

Taluni ne han però tanto ribrezzo

che par che a dare al libro levatura

più che dello scrittor l’attenta cura

di carta e pergamena sia l’olezzo.

 

Troppe oche già son state fatte implumi

e troppi boschi rasi, e inchiostro spanto

in sacrificio ai membranacei numi:

 

venite, e abbandoniamoci all’incanto

d’avere cento e mille e più volumi

racchiusi in una pagina soltanto.


  1. Leggi: metrica. []
Questa voce è stata pubblicata in E-book, Kindle, Poesia e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Ode all’e-book reader

  1. Simona scrive:

    Davvero bella! Divulgherò perchè merita davvero!

  2. Stefano scrive:

    Molto simpatica e complimenti per il lessico 🙂

  3. matteobra scrive:

    attendo le prossime!
    anche io mi ero ripromesso di continuare… mi fai tornar la voglia 🙂

    http://blog.bookrepublic.it/2010/10/27/muore-il-libro-rintocca-in-ogni-dove/

  4. papusmami scrive:

    esprime perfettamente e con leggiadria il dilemma (scelta tra cartaceo ed elettronico) che mi attanaglia ogni giorno…davvero bravo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Provami che sei reale (e che hai la licenza elementare)! *