Apocalypse Crown 2 – Creative spelling

Vi giuro, non sono io che mi accanisco, è stato un caso. Puro caso.

Qualche sera fa ero a cena da una coppia di amici, che qui chiamerò Alessio e Clara. Si discorreva del più e del meno, fino a quando Alessio, ricordando il mio vecchio articolo su Mauro Corona, mi ha detto: «Ma lo sai che noi abbiamo una copia di quel libro? È anche autografata

Ho dovuto vederla, vedere la grafia del Maestro – macché Maestro, Profeta! – e bere con gli occhi le sagge parole che di suo proprio pugno aveva vergato. Trepidante, ho sollevato la copertina.

Dedica autografata – Mauro Corona

La mano dell'Artista!

Affinché San Google la indicizzi, blockquoto1:

A [        ,] (che mi dA UNA mANO,) DICO Un bel GRAZIe

Mauro Corona

Il grammar nazi che è in me è stato preso da convulsioni. La combo di ortografia creativa e virgola interna alla parentesi lo ha lasciato schiumante e mezzo morto.

Nel caso aveste qualche dubbio sull’autenticità della dedica e della firma, confrontatele con quest’immagine che ho trovato online (cliccate per vederla ingrandita).

Dedica autografata Corona

È lui, è lui

Se qualche appassionato di grafologia vuole darci la sua opinione, è libero di farlo. Alessio ha commentato negativamente l’alternanza tra maiuscolo e minuscolo, ma il fatto grave è chiaramente un altro. Com’è che Mondadori non ha assegnato a Corona un editor per la vita di tutti i giorni?

  1. Avrete notato che manca un rettangolino: mi sono preso la libertà di togliere il vero nome di Clara e la virgola che lo seguiva. []
Questa voce è stata pubblicata in Editoria, Scrittura, Umorismo e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Apocalypse Crown 2 – Creative spelling

  1. Silvia scrive:

    che dire, che dire… meglio che non dica niente valà…

  2. estuan scrive:

    Io Mauro Corona non l’ho mai letto, ma quand’ero a Trento lo vedevo in giro spesso. Ecco, non ha l’aria di un tipo che si preoccupi della grammatica, o di tutta quell’altra roba da femminucce!

    • Mattia scrive:

      Quanta verità nelle tue parole. Del resto, a ciascuno il suo.
      Già mi vedo il virile Mauro ridere di me nel caso tentassi, per esempio, di scuoiare un capriolo a mani nude.
      Grazie, o vita di città, per avermi reso il mezzuomo puntiglioso che sono.

  3. Francesca scrive:

    Allucinante.
    Non serve nemmeno il grammar nazi: la sequenza virgola-aperta parentesi-virgola-chiusa parentesi farebbe venire le convulsioni anche ad un analfabeta.
    Persino il capriolo, probabilmente, non lo sopporterebbe e la farebbe finita scuoiandosi da solo.
    Che tristezza.

    • Mattia scrive:

      Scalda il cuore sapere di non essere il solo fan della buona (e bella) punteggiatura. Vedo che la vita in pianura ha corrotto anche te!
      Però credo che sarà quel da orfano d’accento a spingere la specie verso l’estinzione.

      • Francesca scrive:

        Quello è stato il colpo di grazia. Tanto più che è posto al centro dell’obbrobrio di cui sopra e oltretutto è enfatizzato dalla A maiuscola, per meglio rigirare il coltello nella piaga.
        Comunque, ebbene sì: anche io sono una riprovevole cittadina rammollita. Non immagini il mio senso di colpa al pensiero che sono qui davanti allo schermo del pc quando potrei invece utilizzare questo paio d’ore per esercitarmi con l’aratro.

  4. Il guardiano scrive:

    Io invece posso dire di vivere tra gli uomini veri.
    Che poi sono gli stessi che dicono che parlare in italiano è sinonimo di esser froci. Ed erano seri, mentre lo dicevano.

  5. Antonietta scrive:

    certo che tu,sei proprio fissato con la grammatica, e la punteggiatura!!!!11
    a me non mi da mica fastidio vedere certe cose.a te si?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Provami che sei reale (e che hai la licenza elementare)! *