Due anni di sudore

Un altro anno è passato in un lampo, e Sudare inchiostro è arrivato al suo secondo compleanno. Scrivevo il 26 aprile 2012:

Questo anniversario è anche l’occasione per inaugurare il mio nuovo periodo di produzione: ho iniziato un nuovo romanzo, e c’è la possibilità che su Sudare inchiostro gli articoli si facciano un pochino più radi o più corti del solito. Cercherò comunque di mantenere un ritmo più o meno settimanale, e se non ci riuscirò saprete che sto lavorando notte e giorno al mio prossimo capolavoro.

Scripta manent, le cose scritte rimangono, e rimangono per ricordarmi che anche i migliori propositi possono avvizzire miseramente se investiti dal pestilenziale fiato del Destino.

Per cause di natura estremamente tediosa non sono riuscito ad aggiornare il blog quanto avrei voluto, soprattutto negli ultimi tempi, e tendenzialmente gli articoli sono diventati più brevi.

Una discreta fortuna hanno avuto i post sulla metrica, probabilmente perché attinenti ad una delle query che hanno meno risposte valide nel web: come scrivere poesia.

E non mi posso certo lamentare per il traffico del sito e la visibilità in questo angolino periferico del web: le visite sono aumentate, come pure i seguaci su Twitter e sulla pagina Facebook (non siete ancora follower/fan? Anatema!).

«E che ne è stato del tuo capolavoro?» mi chiederete.

Questa è la nota più dolente. È naufragato, ed è stato sostituito da un altro progetto, più valido. Il quale è naufragato a sua volta. Questa simpatica doppietta ha comportato un notevole dispendio di tempo ed energie, offrendomi in compenso un bel pacchetto di frustrazione, lo snack dell’esordiente esigente.

Ma cocciuto persevero: ora sono alle prese con il progetto definitivo. Questa volta è quello giusto. Dissi l’anno scorso.

Ma bando ai foschi pensieri! Se siete qui è perché ogni tanto mi leggete, e io per questo vi ringrazio di cuore.

A presto!

Questa voce è stata pubblicata in Inizio e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Provami che sei reale (e che hai la licenza elementare)! *