Tre anni di sudore

E anche questo terzo anno è passato. Volato, più che altro, perché mentre scrivo questo post mi ritrovo a fare un piccolo bilancio e a considerare che in quest’ultimo anno non ho combinato quanto avrei voluto (si scrive “voluto”, ma si legge “dovuto”).

La frequenza dei post è rimasta abbastanza bassa in confronto a quella mantenuta durante il primo anno, ma nonostante questo vedo che continuate ad avventurarvi da queste parti. A voi vanno i miei ringraziamenti per aver dedicato un po’ del vostro tempo ai miei articoli.

Giusto per non lasciarvi a bocca asciutta, vi preannuncio che forse (il grassetto è d’obbligo) nel 2015 ci sarà qualcosa in più da festeggiare, oltre al passaggio di un nuovo anno. Non lascio trapelare spoiler, più che altro perché uno spoiler suona pericolosamente come un impegno preso, ma in cantiere c’è un progetto un po’ particolare che forse vedrà la luce.

Insomma, anche a colpo d’occhio direi che la parola d’ordine del post (e dell’anno) è “forse”. Le candeline sono tre, comunque, e almeno di questo possiamo essere sicuri.

Questa voce è stata pubblicata in Altro, Inizio, Scrittori esordienti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Tre anni di sudore

  1. Nicholas scrive:

    Dovremo aspettare il duemila e quindi?
    Ma ci avevi già promesso più post per il duemila e credici! (cit.)
    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Provami che sei reale (e che hai la licenza elementare)! *